venerdì 27 dicembre 2013

Frank-n-Furters - Bloodbowl Undead/Necromatic team

Frank-N-Furter

Doppio team: Non morti e Necromanti.
I pezzi: un "flesh golem" e una mummia GW,  i ghouls della Mantic, il resto sono tutte conversioni di pezzi Grenadier. Mancano, giusto per, un paio di scheletri... prossimamente.


-

-

-

domenica 22 dicembre 2013

Strenna natalizia

Negli scorsi giorni mi sono arrivati due libri inaspettati, che continuano la mia serie di letture sulla IIGM in generale e vanno ad integrare gli altri libri già letti sulla Resistenza e sugli scontri della linea Gotica, a questo punto dovrei cercarne uno scritto/tradotto da fonte tedesca (per completezza) :

1- Tecnica della sconfitta di Franco Bandini (Riedizione, con prefazione di Franco Cardini), inaspettato perchè regalo di compleanno/omaggio dell'editore Florence Press, mio cliente di lunga data.
L'unico rammarico è avere mancato la conferenza di presentazione, mi sarebbe piaciuto conoscere Cardini.

Cito direttamente qui la descrizione "Torna in libreria, dopo decenni di oblio, il capolavoro storico di Franco Bandini. Giornalista e scrittore senese scomparso nel 2004, Bandini fu inviato speciale per oltre 40 anni del Corriere della Sera, della Domenica del Corriere, dell'Europeo e della rivista Tempo. Profondo conoscitore della storia della prima e seconda guerra mondiale e autore di opere fondamentali, è stato il primo sostenitore dell'ipotesi della doppia fucilazione di Mussolini, per mano prima di 007 legati all'Inghilterra, e poi dei partigiani comunisti. Era considerato uno dei maggiori esperti europei di Intelligence. Il libro, che rievoca i giorni delle decisioni fatali dell'Italia fino alla battaglia di Punta Stilo, è un j'accuse documentatissimo sulle responsabilità di tutti i generi della classe dirigente italiana di allora. Bandini spiega oltre ogni ragionevole dubbio come l'intervento italiano in guerra era voluto e desiderato solo dall'Inghilterra che doveva allargare in ogni modo il conflitto per provocare l'intervento degli Stati Uniti. Un libro fondamentale per capire i motivi della débacle militare italiana e del crollo del fascismo."

2- Battaglia per la gotica, inaspettatto perchè lo avevo comprato su Amazon ad agosto del 2012 e non ci speravo più. Invece qualche gg fa mi arriva comunicazione dell'imminente consegna, avvenuta ieri. Veramente un bel volume, grande con copertina rigida, con molte foto (bianco/nero, colore) e persino disegni delle fortificazioni delle lina Todt.
Cito anche qui di cosa si tratta : "Il testo pubblicato in queste pagine è la traduzione di gran parte del VII e di parte dell’VIII volume dell’introvabile Fifth Army History, pubblicata nel 1947, e offre non solo ai cultori di storia militare, ma anche al lettore comune interessato ad una più approfondita conoscenza delle vicende locali, la possibilità di ripercorrere le gesta della V Armata americana, colmando un’importante lacuna nella storia contemporanea nazionale. Le vicende descritte riguardano principalmente l’attacco alla Linea Gotica sferrato dal II Corpo statunitense, che prese l’avvio praticamente alle porte di Firenze e si concluse a una ventina di chilometri da Bologna, sui rilievi di Monte Grande, a sud di Castel San Pietro Terme. L’avanzata delle quattro Divisioni che componevano il II Corpo è descritta con grande cura e precisione sia per l’azione delle unità combattenti che per le tattiche e la strategia generale dell’Armata; anche le azioni del IV e del XIII Corpo, che completavano la V Armata, sono state descritte con precisione, limitatamente, però, rispetto al testo originale, alle aree contigue a quella del II Corpo. Continua..."

sabato 14 dicembre 2013

Fire Stinger

Qualche settimana fa ho comprato un pezzo "sci-fi" che vorrei usare per Infinity (se e mai ci giocherò). Ho dei pezzi della fazione "haqq-islam", ma il loro mezzo non mi piaceva proprio, oltre ad essere troppo caro.
Poi mi sono imbattuto in questo pezzo della Ghamak.
Oltre a sembrarmi molto adatto, aveva il pregio di un ottimo prezzo di lancio (25euro) e perdipiù la ditta è italiana... comprato!
Ottimo il servizio di vendita, Francesco (il titolare) è persona moooolto cortese.
Finalmente qualche gg fa ho trovato il tempo di montarlo, a casa ti arriva così:
Lo so può sembrare spaventoso, ma in meno di un'ora un modellista semi-capace lo monta senza problemi.
Dice la ditta che prossimamente farà un video tutorial su come fare. Io mi sono aiutato semplicemente stampando le foto che ci sono nella loro pagina facebook.
Essendo tutto in resina, basta un po' di cianoacrilato e per le giunture del corpo, zampe e braccia (?) un rinforzo di materia verde, tanto per dare  - una volta secca - spessore ed elasticità.
Risultato (foto fatte intorno alla mezzanotte col cellulare), non ho incollato il portello del pilota, devo ancora decidere se e come lo userò. Non vedo l'oro di dipingerlo anche se è in fondo alla coda delle cose da fare, ma...

 - 


mercoledì 4 dicembre 2013

Scherma storica

Da qualche settimana mi sono iscritto ai corsi di scherma storica, nella nuova sede di FI-SUD, pubblico qui un articolo che spiega cos'è e dove trovare altre informazioni.

Scherma storica Corsi di arti marziali italiane promossi dall'associazione "Sala d'Arme Achille Marozzo”

Alla riscoperta degli antichi duelli

Spada, daga e rotella: dal Medioevo a oggi le vecchie tecniche diventano sport

Alla riscoperta dell'antica arte marziale italiana sulla base dello studio dei trattati originali: la “Sala d'Arme Achille Marozzo”, da questo mese di novembre, tiene ogni martedì e giovedì incontri pratici e teorici sull'evoluzione delle armi bianche e delle tecniche schermistiche.
Ancora aperte le iscrizioni ai corsi per l'anno accademico 2013/2014 sulle tecniche di combattimento di scherma medievale e rinascimentale italiana, con le prime due lezioni introduttive gratuite.
Si potrà studiare ed esercitarsi sui combattimenti, come in uso nei duelli civili del Cinquecento con varie armi: spada sola, spada e daga, spada e brocchiero, spada e rotella, spada e targa, spada a due mani e armi in asta, come descritto nei trattati.
Il corso del primo anno si concentrerà sui principi fondamentali della scherma, pratica con spada a una mano secondo le tecniche medievali e rinascimentali della classica scuola bolognese (la più evoluta e conosciuta del tempo) dei maestri Achille Marozzo (Opera Nova, 1536) e Antonio Manciolino (Opera Nova, 1531), introduzione al gioco largo e nozioni di gioco stretto.
Le lezioni si terranno nei giorni di Martedì e Giovedì presso la palestra della Scuola Redi di Bagno a Ripoli in Via di Belmonte 40, dalle ore 21:00 alle ore 23:00; negli stessi giorni e orari è possibile frequentare il corso tenuto a Firenze, presso Palestra della Scuola Balducci, in via Pistoiese all'incrocio con viuzzo della Cavalla.

La “Sala d'Arme Achille Marozzo” è un'associazione sportiva-culturale senza fini di lucro, con l'obiettivo di promuovere e di tramandare le antiche discipline di combattimento o arti marziali italiane che fino al XVII secolo hanno dettato le regole della scherma in Europa. Conta su un elevato numero di iscritti impegnati in vari campi di studio, nonché sulla collaborazione attiva con membri di diverse associazioni sia italiane sia straniere, come FIS "Federazione italiana scherma" e HEMAC "Historical European Martial Art Coalition",che si occupano concretamente di arti marziali occidentali. A oggi, in tutto il territorio italiano, si contano 39 Sale d'Armi vere e proprie dove si organizzano corsi sportivi per l'apprendimento pratico delle tecniche, gruppi di studio e ricerca, traduzione e trascrizione degli antichi trattati originali, al fine di tramandare l'arte della scherma antica.
Dato l'alto numero di richieste di partecipazione in Toscana oltre le sedi già presenti di Firenze, Pisa, Siena, Lucca e Arezzo, da quest'anno è aperta una sede anche a Bagno a Ripoli.
La sede gigliata svolge ampio lavoro di ricerca sulla scherma del Medioevo e del Rinascimento. La “Sala d'Arme Achille Marozzo”, nel corso degli anni, ha collaborato alla pubblicazione di diversi antichi trattati, tra i quali quello del primo Maestro fiorentino Francesco Altoni, probabilmente il Maestro d'armi del Duca Cosimo I dei Medici.
Grazie a questo impegno, finalmente, dopo lungo tempo passato sullo studio sui trattatisti toscani, si sono aperti, per la prima volta nel 2007, corsi sulle tecniche della antica scuola di scherma fiorentina.