lunedì 15 luglio 2013

Pilastri - Bulkheads fai da te

Da diverso tempo mi sono appassionato ai giochi di tipo "skirmish", mi piacciono di tutti i generi e di tutte le epoche. Pochi pezzi da dipingere al meglio, ottimo.

Una cosa che li contraddistingue è l'alta presenza di elementi scenici, sono fondamentali specie in quei giochi dove la portata delle armi, equivale alla grandezza del  tavolo da gioco; che si tratti di una MG42 di una Cal50 o di un fucile laser, la scala delle miniature (di solito 28mm) prevede che la distanza di tiro sia quasi da lato a lato per le armi pesanti, ma anche un arco o una balestra è a gittata utile dopo poche mosse.
Senza elementi a bloccare la linea di vista, il gioco sarebbe... no?

Per creare case e muretti ho usato di tutto, carta, resina, pvc, foamcore, chi più ne ha più ne metta, ma ancora non avevo giocato veramente multi-livello.
L'occasione me l'ha fornita Necromunda, non sto a descrivere un gioco conosciutissmo, per me era una novità, l'ambientazione e il giocare su più piani lo fanno sembrare quasi lo scenario de "il nemico alle porte".
Ho pensato di utilizzare i corridori della "PWork paperwargame", avevo comprato i pdf della serie Starbase un anno fa per usarli come i corridoi di una base spaziale o astronave sul tema AvP.
Della stessa ditta ho anche preso i nuovi zombie bloody street, utili per gli scenari urbani (zombie, supereroi, post-apoc ecc....)
Tutto bello insomma, ma tutto si svolge al piano terra. Come fare per alzare i corridoi senza spendere 50ine di euro per i bulkheads originali di Necromunda?
Semplice, dedicate 5 minuti alla lettura che segue:

Bastano un paio (per cominciare) di cartoni, io li ho presi dalle risme di carta, sono già a misura A4, questo velocizza molto il lavoro di misurazione.



Sezionate i bordi per ricavare tante stricie di uguale lunghezze e larghezza, poi con il righello divideteli in 3 per la loro altezza.
I piani secondo le regole sono di 3 pollici... aiuta avere un righello con le doppie misure.
La "stecca" finale è di solito 30cm per 7cm, quindi con una potete realizzare una colonna per due piani ed una da un piano. Io ho lasciato una "mezza altezza" in più che funge da riparo o base per appoggiare una ringhiera (che non ho ancora costruito), in questo modo poi se le stecche fossero da 28 o da 29 non è un problema è solo la parte sporgente che è diversa non il piano.
Calcolate qualche millimetro sotto alla linea che delimita un piano per creare un taglio che reggerà poi il cartone orizzontale.
Aiutandovi col righello incidete il cartone (senza tagliarlo) lungo tutte le linee tracciate, così da facilitare la piegatura, poi con le forbici rimuovete il cartone dove andrà a inserirsi il piano, non tagliatelo tutto, lasciate un mezzo centimetro almeno, ne guadagnerà la resitenza della colonna.

Con la cara buon vecchia colla vinilica incollate in bordi lunghi, vi suggerisco di usare un poco di nastro adesivo per tenere insieme il cartone.

Il risultato sono tante colonne triangolari.

Perchè triangolari?
Per tante buone ragioni: resitenza, flessibilità (di posizionamento), velocità di realizzazione, infine danno un look meno scontato al "palazzo".
Ecco degli scatti realizzati durante la costruzione, è stato tutto un lavoro a "schema libero", non c'era un progetto è ho dovuto imparare degli errori.

Per aumentare la stabilità ho deciso poi di incollarle su una base (sempre in cartone) più larga e di rivestirle con la cartapesta. Una volta ascutto il mix colla-carta diventa solido come plastica.
Grazie "Art Attack" per i preziosi consigli ;-) .
Infine per dargli un bel colore uniforme ho usato una bomboletta spray di grigio antracite.


 Risultato finale



Considerazioni finali
Vantaggi
Tempo: 6 ore (compreso tutto dalle pause caffè,al tempo di asciugatura di colla e vernice)
Costo: 4,50euro per la bomboletta spray + un quarto di confezione di colla + due pagine di quotidiano già letto da mio padre (ma potete usare una qualsiasi carta porosa di recupero).
Divertimento: non ha prezzo

Svantaggi
Materiale: il cartone è troppo leggero; soluzione, usate il pvc, il foamcore il sughero, MDF.
Assemblaggio: le prime volte assemblare gli edifici a due piani, richiederà un po' di calma.


Progetti per il futuro (prossimo):
Per ovviare al peso penso di creare dei pezzetti rettangolari da incollare sotto ai tagli, così da aumentare la superficie d'appoggio del piano. Inoltre sostituirò le base con altre + pesanti e con questo accorgimento io ho risolto. Alle bruttissime aggiungo un paio di dadi/bulloni, con il duplice effeto di dare un look industriale e aumentare di molto il peso. Considerate che una volta incastrato il tutto se non rovesciate il tavolo non va da nessuna parte. I 3pollici (o 7,5cm) sono più che suff. ad infilare le mani, quindi il richio di spostare il palazzo è piuttosto basso.

Alternative
Usando materiale più rigido es, l'mdf si potrebbero creare delle colonne molto + snelle, basterebbero delle "L" con dei tagli alle giuste altezze, come nello schema che inserisco qui sotto. Il costo non salirebbe di molto, se disponete di una sega a nastro, anche il tempo di realizzazione rimarrebbbe basso.



Per la pittura invece di usare la vernice spray, potreste usare quella con effetto granito come ho usato in quest'altro progetto: Arena Take Away