giovedì 28 aprile 2011

Ludus

I lavori dell'arena sono fermi per problemi col committente, non è soddisfatto della tribuna d'onore e cerca soluzioni alternative. Ho voluto sperimentare il marmo ma non lega.

Intanto fervono i preparativi per riempire l'arena. Con cosa? Con gli spettacoli, no!


PANEM ET CIRCENSES
Ho preso dei pezzi della EM4 (quelli con le basette esagonali) e li sto ridipingendo, devo dire che non sono affatto male. Al leone mancano i denti... ma con un po' di pasta verde rimediamo subito, poi lo dipingo a modo. Condannato, reziario, "gladiatrice" ed uno che dovrebbe essere un venatore (non nelle foto), ma ha lo scutum sembra + un legionario con la tunica.
  


Ho inoltre un paio di Foundry, belli da paura come al solito (se solo costassero il giusto comprerei anche altro). Laqueario e hoplomaco (al quale aggiungerò parma e lancia).


 

Ho anche dei pezzi della Crusader del film "il gladiatore" - belli belli belli - ma nel loro range quelli meno "storici".  Ecco la pensata geniale (si fa per dire, nevvero): riuscirei a convertirli in gladiatori corretti?
  
Il mirmillone con l'ascia diventa (dopo un bel lavoro di lima e cutter) un vero mirmillone, con gladio e scudo, lo scudo l'ho fatto con del cartone... quelli che avevo erano troppo piccoli, questo pezzo è un vero gigante, sarà un nubiano, dalla foto non si vede bene, ma sull'elmo ha una "murma": bellissimo.
Da Massimo Decimo Meridio nascerà uno stupendo scissor. Credo sia la migliore conversione possibile da quel pezzo. Non la + semplice, sarebbe bastato mettere un altro gladio nella mano sinistra per avere un dimacherio di tutto rispetto.
A me però quell'armatura... mmm, allora ho aggiunto un po' di pasta verde sulle parti scoperte e realizzato la cotta di maglia che mancava, e nella mano sx la tipica lama con la protezione per l'avambraccio.


Come dimacherio ho preferito questo: E' il pezzo che ha subito meno modifiche, anche se sarebbe meglio con 2 "lame", l'ascia caratterizza molto il personaggio, un altro gigante. 

Per ultimo uno strano reziario che con la solita dose di pazienza, cutter e pasta verde diventerà un secutor, ovvero proprio il contro-reziario.
Il pezzo originale aveva la galea a destra e attaccava a sinistra, mah? Un elmo che sembra più  un cappuccio in lattice da sadomaso, ma dai!
La foto non rende la massimo (devo proprio mettermi a fare un corso da fotografo) ma ho aggiunto cresta, protezione agli occhi ed al collo, la galea è diventata una normale manica, modificata leggermente la posa per adattare il braccio sinistro al grosso scudo con i bordi in altro arrotondati che preparerò.


Ma uno potrebbe dire, ma la stessa ditta fa già quei pezzi, bastava comprare le giuste bustine.
Vero, ma quello avevo e così mi sono divertito mooolto di più ;-) non è detto poi che non le comprerò: c'è sempre bisogno di nuove reclute.
Inoltre dallo stesso set  è rimasto "Commodo" ancora originale ;-)  e non credo che riceverà modifiche sostanziali.
Alla prox.

mercoledì 13 aprile 2011

Arena Take Away: Lavori in corso - 4 e 5

Fase 4: Come da programma: la cartapesta ha tirato bene e tutto è più rigido, stuccati molti degli interstizi, aggiunti alcuni dettagli come le colonne e altri piccolo ornamenti,

Fase 5: Generosa mano di di primer nero.


Potete vedere anche un paio di pezzi presi da un altro gioco che sto ripitturando, tanto per capire le reali dimensioni dell'oggetto.

giovedì 7 aprile 2011

Royal Marines Flag (napoleonic wars)

Includo le immagini delle bandiere dei Royal marines Britannici così come mi sono state inviate dal "Royal Marines Museum" al quale ho chiesto consulenza in merito. Nella pagine delle NapFlag, metterò la mi elaborazione per la stampa di quella del 1810.





Vorrei anche citare il messaggio d'accompagnamento della curatrice del museo che ringrazio ancora per la gentlezza:
"The Marines colours were presented in 1760 and then again in 1810. They were held in the divisions of the Marines (Chatham, Plymouth , Portsmouth ).
I’ve spoken to our archivist about the use of colours, and they didn’t often take the colours on campaigns with them, unless it was a long sustained campaign, such as the American War of Independence. Often they went ashore as ships detachments, thus not taking regimental colours.  
It does however depend on the battle. In Buenos Aires in 1806, for example, the Royal Marines made up their own hand made colours to take with them.
I’ve attached images of both the 1760 and 1810 colours in case this is of use."

mercoledì 6 aprile 2011

Arena Take Away: Lavori in corso - 3

Fatta ieri sera, optato per il secondo cancello con le sbarre, data anche la prima mano di cartapesta (metà arena).
La cartapesta ha l'indiscusso vantaggio di rendere il tutto + rigido senza appesantire, sempre se si sta attenti a mettere in forma i pezzi per evitare che si imbarchino le superfici. Una volta asciutta è facilmente colorabile, ed anche intagliabile per creare effetti tipo muro, stucco ecc..
Per motivi di gioco non credo che metterò la sabbia nell'arena, posso così tracciare + facilmente linee o esagoni (argh) per usare le più diffuse regole di gioco. Questo se l'effetto del drybrush mi soddisferà, ho trovato in altri blog diversi metodi, sceglierò quello che torna meglio.
Questo perché aspettiamo le REGOLE di una certa persona.... non faccio nomi e cognomi mi limito a citare il suo blog: --------------

martedì 5 aprile 2011

Arena Take Away: Lavori in corso -2

E siamo alla fase due del mio piccolo ludus.
Aggiunte le due entrare principali e due secondarie:
- Porta Triumphalis, da dove i gladiatori entravano nell'area.
- Porta Libitinaria, da dove uscivano i corpi senza vita degli sconfitti (nei combattimenti "sine missio").
- le due secondarie servono per fa entrare (nelle vere arene) scenografie, animali (se non si disponeva di botole), ed altre sorpresucce per allietare gli spettatori.


Alla porta triunphalis, aggiungerò poi altri ornamenti, nella mia versione dovrebbe essere anche la zona del palco delle autorità.

In un'arena ovale (come il Colosseo) il palco sarebbe al centro di uno dei lati "lunghi", come le tribune VIP degli stadi attuali per capirsi. 

La mia è rotonda e non fa differenza, un'arena era cmq divisa in 4 da due assi (come i castra militari, e tante città fondate dai romani).


Sono indeciso per la porta libitinaria (da Venere Libitina, protettrice dei sepolcri), se lasciare una porta "chiusa" con il portone in legno o un'altra grata... ci penserò strada facendo.


Fase 3: dettagli/ritocchi finali della struttura;
Fase 4: cartapesta e stuccatura;
Fase 5: pittura di fondo nera;
Fase 6: drybrush;
Fase 7: ritocchi e particolari;







lunedì 4 aprile 2011

Ach

Dopo l'urlo di Munch non so che immagine mettere... credo fosse stato tragico l'ultimo week-end di gioco, ieri pure peggio.
Suggerimenti? Sull'immagine.

sabato 2 aprile 2011

Indovina chi sono

Un'altra conversione per SDS, per realizzarla ho dovuto sacrificare 2 cavalieri della Front Rank (mi costa un botto), ma... un pezzo che non c'è in commercio. Mancano ancora un paio di particolari, ma già si capisce, cos'è?
Vediamo chi indovina.


New custom figure for SDS, it's not complete need one/two details but it's quite finished. 
I used 2 Front rank cavalrymen to create a new character. Guess what? 

Arena Take Away: Lavori in corso -1

In attesa, del gioco di Massimo sui gladiatori, dell'ultimo libro che ho letto, ma soprattutto sulla scia della serie Spartacus, ho pensato di realizzare un arena molto portatile (un ludus in realtà).
Cerco di utilizzare tutto materiale che ho in casa, carta, cartone, pezzi residuati di altri progetti, stecchini ecc... queste sono le prime foto, lo so non sembrano un granché, ma vi assicuro che già alla fase due, ha un suo motivo d'esistere.
Come contenitore ho usato la scatola di un router preso al lavoro, ho ricavato un cerchio di circa 29cm di diametro da un altro cartone e con altri scarti le muura (5cm circa). Alle mura tenute in forma da nastro da carrozziere, del muro di polistirolo, preso da non ricordo l'avanzo di quale progetto.
Ho già realizzato le 4 entrate (2 grandi e 2 + piccole), credo che userò la cartapesta per fare il terreno e gli altri dettagli di "muratura". Le porte saranno un mix di polipalt/legno/cartone.
Alla fine, stucco e una bella passata di primer nero su tutto per uniformare.
Poi tanto tanto drybrush ;-)